Mysbi In Italiano

♥ A che serve che la serva si conservi la conserva se la serva quando serve non si serve di conserva?


♥ A che serve una serva che non serve? Manda la serva che non serve da chi si servirà di una serva che non serve e serviti di una serva che serve.


♥ A chi porta porta aperta, a chi non porta porta aperta non importa.


♥ Ad Ascoli Piceno un piccione si è impicciato in un grosso impiccio; chi lo disimpiccerà da quest'impiccio è un grande impiccione!


♥ Al pozzo di santa Pazzia protettrice dei pazzi c'è una pazza che lava una pezza. arriva un pazzo con un pezzo di pizza e chiede alla pazza se ne vuole un pezzo. La pazza rifiuta, il pazzo si infuria e butta la pazza la pezza e lapizza nel pozzo di santa pazzia protettrice dei pazzi.


♥ Al pozzo di santa pazzia protettrice dei pazzi c'è un povero cane pazzo. Date un pezzo di pane a quel povero pazzo cane.


♥ Andavo a Lione cogliendo cotone, tornavo correndo cotone cogliendo.


♥ Andavo a Rapallo cogliendo cristallo, tornavo ridendo cristallo cogliendo.


♥ Apelle figlio di Apollo, fece una palla di pelle di palle di pollo. Tutti i pesci vennero a galla per vedere la palla di pelle di palle di pollo fatta da Apelle, figlio di Apollo.


♥ A portapalazzo c'è un cane pazzo. Toh, pazzo cane, 'sto pezzo di pane.


♥ Caro conte chi ti canta tanto canta che t'incanta.


♥ Chi ama chiama chi ama, chiamami tu che chi ami chiami. Chi amo chiamo se tu non chiami.


♥ Con la tazza un mezzo pazzo vuota il pozzo del palazzo.


♥ Corro correndo bottoni cogliendo, corro carponi cogliendo bottoni.


♥ Dietro quel palazzo c'è un povero cane pazzo, date un pezzo di pane a quel povero pazzo cane.


♥ Ho in tasca l'esca ed esco per la pesca, ma il pesce non s'adesca, c'è l'acqua troppo fresca. Convien che la finisca, non prenderò una lisca! Mi metto in tasca l'esca e torno dalla pesca.


♥ I lecca lecca di Lecce leccano la lacca di Lucca e i lucchetti di Lecco.


♥ In un pozzo poco cupo si specchiò una volta un lupo, che nel cupo pozzo andò a sbattere di cozzo con un cupo tonfo fioco da smaltire a poco a poco e credette di azzannare un feroce suo compare, ma rimase brutto e cupo il feroce lupo.


♥ La marmotta, quando annotta, nella grotta già barbotta che la pappa non è cotta! Quando è cotta ribarbotta, perché scotta!


♥ Lucio dice a Licio: "Lascia l'ascia liscia sull'uscio".


♥ Mi attacchi i tacchi tu che attacchi i tacchi? Io attaccarti i tacchi a te? Attaccati te i tuoi tacchi tu che attacchi i tacchi!


♥ Pensa a chi ti pensa, non pensare a chi non ti pensa, perché se pensi a chi non ti pensa, chi ti pensa smetterà presto di pensarti.


♥ Porta aperta per chi porta, chi non porta parta pur che non importa aprir la porta.


♥ Quanti rami di rovere roderebbe un roditore se un roditore potesse rodere rami di rovere?


♥ Remo rema sul Reno con remi di rame.


♥ Sa chi sa se sa chi sa che se sa non sa se sa, sol chi sa che nulla sa ne sa più di chi ne sa.


♥ Se il coniglio gli agli piglia togligli gli agli e tagliagli gli artigli.


♥ Se i pesciolini scemi vanno a sciami da Pescia ad Altopasci e piove a scroscio l'uscita va a scatafascio.


♥ Se la serva non ti serve, a che serve che ti serva di una serva che non serve? Serviti di una serva che serve, e se questa non ti serve, serviti dei miei servi. Te lo dice il tuo servo Servo Servi.


♥ Se la serva che ti serve è una serva che non serve, a che serve che ti serva di una serva che non serve? Tu ti servi d'altra serva e la serva che non serve vada e serva chi si serve di una serva che non serve.


♥ Se oggi seren non è, doman seren sarà. Se non sarà seren, si rasserenerà.


♥ Se ti specchi allo specchio e lo specchio si spacca, che cacchio ti specchi a fare nello specchio spaccato?


♥ Se tre maniscalchi incoscienti maniscalcassero tre cavalli perdenti, tre cavalli perdenti maniscalcherebbero tre maniscalchi incoscienti.


♥ Se trentatré trentini entrarono in Trento trotterellando, com è che tre tigri contro altre tre non ce la fanno?


♥ Sei tu quel barbaro barbiere che barbaramente barbasti la barba a quel povero barbaro barbone?


♥ Sopra un sasso messo stava su se stesso un sasso stava.


♥ Sopra il ponte a fronte del fonte vi stava un conte, cadde il ponte nel fonte e il conte si ruppe il fronte.


♥ Sopra la panca la capra campa, sotto la panca la capra crepa.


♥ Sotto l'albero del tiglio ho veduto grano e loglio e un grazioso quadrifoglio. Io cercavo l'erba-voglio, tra le foglie, sotto il tiglio, ma ho trovato solo miglio, un cespuglio di cerfoglio, fiori rossi di trifoglio: Ma non c'era l'erba-voglio!


♥ Sotto un uscio tutto liscio cadde un grosso guscio a striscio


♥ Stanno stretti sotto i letti sette spettri a denti stretti.


♥ Sul tagliere gli agli taglia, non tagliare la tovaglia. La tovaglia non è aglio e tagliarla è un grosso sbaglio.


♥ Trentatré trentini entrarono a Trento tutti e trentatré trotterellando.


♥ Tre tigri contro tre tigri, contro un tram contro un treno.


♥ Tre tigri contro una tigre. Una tigre contro tre tigri.


♥ Una rara rana nera sulla rena errò una sera, una rara rana bianca sulla rena errò un po' stanca


♥ Un pazzo dice a una pazza: "Ma sei pazza a buttare un pezzo di pizza in un pozzo che puzza da un pezzo?".


♥ Un pezzo di pizza che puzza da pazzi nel pozzo del pazzo che puzza da un pezzo.


♥ Un povero pazzo in braghe di pezza spazza accanto a un pozzo pezzi di pizza caduti in una pozza che puzza.


♥ Vedo un ragno nel suo regno, che lavora con impegno; e uno gnomo che fa il bagno con un cigno nello stagno.